La cataratta è l’opacizzazione di una lente all’interno dell’occhio chiamata cristallino. Essa rappresenta la prima causa di cecità trattabile a livello mondiale. Per questo motivo l’intervento di cataratta risulta essere il più eseguito al mondo. In Italia si operano circa 500.000 occhi ogni anno. Oltre i 65 anni colpisce circa metà della popolazione; oltre i 75 anni quasi il 90% della popolazione.


Cause

La principale causa è data dall’età. Quindi la familiarità e la predisposizione genetica.

  • L’eccessiva esposizione ai raggi UV;
  • Alcune abitudini quali fumo e alcol;
  • Malattie quali il diabete;
  • Terapie cortisoniche o antitumorali;
  • Ed infine i traumi diretti agli occhi.

Sintomi
La cataratta non dà alcun dolore, si sviluppa lentamente e il paziente se ne accorge per alcuni segni caratteristici quali: annebbiamento visivo;

  • Facile abbagliamento;
  • Aloni luminosi intorno alle luci;
  • Transitori miglioramenti della vista da vicino; Ridotta sensibilità al contrasto;
  • Difficoltà a distinguere i colori;
  • Difficoltà nella messa a fuoco;
  • Affaticamento alla lettura;
  • Difficoltà alla guida soprattutto notturna o con pioggia;
  • Sensazione di bruciore e stanchezza oculare.

 

Cura

L’unica terapia è chirurgica. L’ anestesia è topica, ossia solo con gocce di anestetico. La durata dell’intervento è di circa 10 minuti ed è assolutamente indolore. Dopo un’incisione di 2 mm si frantuma ed aspira mediante una sonda ad ultrasuoni il cristallino Nel sacco capsulare rimanente si inietta la lente che va a sostituire il cristallino catarattoso Non si esegue alcuna sutura Il paziente viene medicato e bendato

Come prepararsi all’intervento

Ricordarsi giorno ed ora dell’intervento:

  • Preparare l’occhio da operare instillando l’antibiotico 2gg prima
  • Non sospendere alcuna terapia medica che si sta eseguendo
  • Non mangiare 5 ore prima dell’intervento
  • Entrare in sala con il viso ben lavato e privo di trucco
  • Usare indumenti comodi
  • Evitare gioielli
  • Portare un occhiale da sole
  • Presentarsi il giorno dopo alla visita di controllo

Operare la cataratta con il FEMTOLASER
Oggi è possibile operare la cataratta utilizzando per le fasi iniziali dell’intervento il modernissimo Femtolaser. I vantaggi che ne conseguono sono dati da una estrema precisione nell’eseguire le incisioni e la apertura ( capsuloressi ) del sacco capsulare che contiene il cristallino, nonché della possibilità di frantumare il nucleo catarattoso. Tale tecnica, più costosa della precedente, è indicata soprattutto quando si vuole impiantare una lente intraoculare “PREMIUM”, un tipo di lente di alta qualità che permette di correggere tutto il difetto di vista di partenza sia da lontano che da vicino.